Accedi al tuo account

Nome utente*
Password *
Ricordami

La "Lunigiana Mediterranea" raccontata da Laura Lotti In evidenza

La storia dei paesi, le tradizioni e le vicende delle più importanti famiglie nel libro pubblicato da Edizioni Cinque Terre.

Il volume “Lunigiana mediterranea” di Laura Lotti è la riscoperta di un manoscritto del Seicento nel quale Ippolito Landinelli, ed in seguito Bonaventura De Rossi, ricostruiscono la storia dell’antica diocesi di Luni dalle origini agli inizi del Settecento. I due canonici sarzanesi, influenzati dagli autori classici ma al tempo stesso interessati alla vita della gente del loro tempo, scrissero un testo in parte classico in parte vicino alle tradizioni, in sintonia coi tempi ma lontano molte volte dal Seicento dell’inquisizione, dalla letteratura aulica latina di cui erano imbevuti gli autori che scrivevano per i loro committenti. Il libro era ed è destinato alla “mia gente” come scrisse il Landinelli e come ripete oggi Laura Lotti, che dai volumi ha ripreso la storia dei vari paesi, le tradizioni e le vicende delle famiglie più importanti della Lunigiana Mediterranea.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna quotidiana.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Vota questo articolo
(0 Voti)
Redazione Gazzetta della Spezia

Redazione Gazzetta della Spezia
Via Fontevivo, 19F - 19123 La Spezia

Tel. 0187980450
Email: redazione@gazzettadellaspezia.it

www.gazzettadellaspezia.it

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Studio Legale Dallara

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".
Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa.
Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies.