Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Federica Pecunia: "L'amministrazione spezzina non ha fatto neppure nessuna manutenzione"

Prosegue il tour della consigliera spezzina di Italia Viva nei quartieri periferici della città.

 

"Leggo articoli di stampa dell'assessore ai lavori pubblici sui temi importanti delle opere fantasma che questa amministrazione ha promesso nel programma di mandato e non realizzato. Mi riferisco al tunnel di Monasteroli, al rifacimento di Piazza Cavour, alla piazza sospesa sui Giardini Pubblici, non dimenticando la piscina di fronte a Passeggiata Morin. Fermo restando che le opere fondamentali da completare a Spezia fossero l'ospedale Felettino e l'Aurelia Bis ancora ferme al palo! Detto ciò sulle incompiute, non voglio dimenticare le assolute inefficienze nella gestione dei lavori pubblici ordinari", afferma la Consigliera comunale spezzina di Italia Viva Federica Pecunia.

"Mi concentro oggi - prosegue - sull'illuminazione di due pezzi di territorio cittadino. Costa di Murlo e Melara.
A Costa di Murlo dal civico 42 al civico 73 manca completamente l'illuminazione pubblica, nonostante le numerose segnalazioni già effettuate.
A Melara, alcuni mesi fa, sono stati installati i nuovi pali per l'illuminazione stradale, ma mancano le luci e conseguentemente la loro attivazione.
Sottolineo: per ciò che riguarda il tratto Termo- Limone la delibera per la sostituzione dell'illuminazione è datata (precedente amministrazione) 2017. Ad oggi ci sono solo i pali. Da mesi. Nessuno se ne occupa. Ho presentato da inizio mandato diverse interpellanze e mi è sempre stato detto che eravamo prossimi all'ultimazione dei lavori. Ad oggi, 8 settembre, non pare proprio essere così".

"Oltre a non essere riusciti in alcun modo a rispettare il programma elettorale di inizio mandato, agli occhi di tutti noi estremamente fantasioso e poco realizzabile, non siete nemmeno riusciti a gestire l'ordinaria amministrazione dei quartieri - aggiunge Pecunia rivolgendosi direttamente all'amministrazione, e conclude - Dimenticavo: se domenica i tifosi (come me) potranno rientrare allo stadio, lo devono solo alla nuova proprietà dello Spezia Calcio, perché tutti i rendering studiati da Peracchini e giunta (pagati, per altro?) non sono serviti a riaprire lo stadio Picco. Fortuna che sono arrivati i Platek! Alla prossima Sindaco e Assessore".

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Mercoledì, 08 Settembre 2021 18:41

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

https://www.auto-doc.it/
Studio Legale Dallara

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".
Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa.
Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies.