Accedi al tuo account

Nome utente*
Password *
Ricordami

Per il Giorno della Memoria a Santo Stefano torna "Senza Hitler" In evidenza

Pluripremiato spettacolo di Edoardo Erba, portato in scena dalla Compagnia degli Evasi. Ingresso libero.

La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione.

Alle ore 21 di venerdì 27 all’Opificio della Calibratura, nell’area ex Ceramica Vaccari, la Compagnia degli Evasi porterà in scena, ad ingresso gratuito grazie al Patrocinio del Comune di Santo Stefano di Magra, lo spettacolo pluripremiato “Senza Hitler” di Edoardo Erba, vincitore di 14 Premi Nazionali e di 1 Premio Internazionale.

“Scarso talento, prova di disegno insufficiente: fu il verdetto di non ammissione per il diciottenne Adolf Hitler all’Accademia di arti figurative di Vienna nel 1907 - racconta il regista A. Vanello - quel fallimento segnò probabilmente l’inizio di un processo di odio del futuro Fuhrer per tutta l’umanità".

In questo testo vincitore del “Premio Speciale della Giuria Riccione 2001”, l’autore Edoardo Erba, immagina e crea una dimensione parallela agli eventi accaduti: Hitler viene promosso all'esame dell'Accademia di Belle Arti e realizza il suo sogno: diventare pittore. Ma in realtà la sua fama rimane quella di un pittore mediocre e irrequieto, che dipinge immagini forti e crude che ricordano quello che nella nostra dimensione ha poi realmente fatto. Accanto a lui Eva, modella e donna delle pulizie. A sessant'anni, quando il pittore Adolf Hitler sta per emergere dall'anonimato, dopo una vita di frustrazioni artistiche, viene intervistato da Anne, una giovane giornalista emergente del Frankfurten Zeitung. Siamo negli anni 50, la guerra l’hanno scatenata i cantoni svizzeri, e adesso Stoccolma è la capitale dell’Europa.

In scena gli attori evasi Andrea Carli, Lucia Carrieri, Nicoletta Croxatto, e Riccardo Avanzini, luci di Luigi Gino Spisto, consulenza musicale Daria Pietrapiana, fotografi di scena Stefano Rossi Foto Zack, Gianluca Ghinolfi.

Edoardo Erba è considerato tra i talenti più brillanti della sua generazione, nato nel 1954, si è formato alla scuola del Piccolo Teatro di Milano. “Maratona di New York” è il titolo più conosciuto fra i suoi scritti teatrali, tradotto in diciassette lingue, pubblicato in otto e rappresentata in tutto il mondo. Erba si è affermato nei maggiori premi nazionali: Olimpici del Teatro, Riccione, Candoni, Salerno e Idi. Ha tradotto l'intero repertorio teatrale di Agatha Christie pubblicato da Mondadori. Per la radio e la televisione scrive fiction, sit com e varietà. E’ docente di Scrittura per la Scena per lo Schermo all’Università di Pavia, e di Teatro per il Master di Drammaturgia dell'Accademia Nazionale d'arte Drammatica Silvio D'Amico di Roma.

 

 

 

 

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Redazione Gazzetta della Spezia

Redazione Gazzetta della Spezia
Via Fontevivo, 19F - 19123 La Spezia

Tel. 0187980450
Email: redazione@gazzettadellaspezia.it

www.gazzettadellaspezia.it

Articoli correlati (da tag)

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Studio Legale Dallara

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".
Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa.
Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies.