Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Ecco le linee guida per acconciatori e centri estetici In evidenza

La sintesi pubblicata da Confartigianato.

Confartigianato La Spezia comunica alle imprese che l'INAIL e l'Ist. Sup. di Sanità ha pubblicato la linea guida per il settore degli acconciatori e dei centri estetici. Questi i punti principali da seguire per la riapertura: 

- privilegiare la razionalizzazione degli spazi per mantenere sempre il distanziamento sociale anche attraverso la realizzazione di aree di attesa all’esterno dei locali;

- gestire le attività su appuntamento telefonico/on line e quando possibile predeterminare i trattamenti richiesti per ogni cliente;

- informare il cliente dell'obbligo di osservare le misure di igiene personale prima di recarsi nel locale (ad esempio, lavaggio della barba);

- cercare di riorganizzare gli spazi interni individuando aree specifiche per le diverse attività (attesa, colore, taglio, ecc.);

- utilizzare se necessario barriere separatorie fra aree e postazioni;

- individuare chiaramente le zone di passaggio, le zone di lavoro e le zone di attesa;

- prevedere una distanza minima di almeno due metri tra le postazioni (ad es. utilizzando anche postazioni alternate);

- limitare il numero di persone presenti nel locale allo stretto necessario;

- dove possibile lavorare con le porte aperte;

- eliminare riviste ed ogni altro oggetto che possa essere di utilizzo promiscuo;

- ogni cliente deve accedere da solo: nel caso di clienti che necessitano di assistenza (ad es. minori, disabili, ecc.) è consentito un accompagnatore da comunicare in fase di prenotazione;

- consegnare al cliente, all’ingresso, una borsa/sacchetto individuale monouso per raccogliere i suoi effetti personali da restituire poi al completamento del servizio;

- privilegiare i pagamenti elettronici

- il taglio e l'acconciatura deve essere sempre preceduti dal lavaggio dei capelli;

- è obbligatorio l’utilizzo delle mascherine di tipo chirurgico da parte del cliente (tranne per i trattamenti come cura della barba);

- fornire al cliente durante il trattamento una mantella od un grembiule monouso ed utilizzare asciugamani monouso. Se riutilizzabili, devono essere lavati ad almeno 60°C per 30 minuti. Una volta utilizzati debbono essere posti in un contenitore con un sacco di plastica impermeabile chiudibile tale da evitare i contatti fino al momento del lavaggio;

- effettuare le attività sul cliente rimanendo alle sue spalle in tutti i casi possibili;

- posizionare soluzioni disinfettanti per l’igiene delle mani all’ingresso ed in corrispondenza delle postazioni di lavoro per personale e clienti con erogatori tali da evitare il contatto con il flacone;

- dopo ogni trattamento/servizio sanificare l’area di lavoro e gli strumenti utilizzati;

- disinfettare frequentemente tutte le superfici e pulire giornalmente i locali come spogliatoi e servizi igienici con prodotti specifici;

- le finestre dei locali dotati di finestre devono rimanere sempre aperte; se privi di finestre, gli estrattori di aria devono rimanere in funzione per l’intero orario di apertura;

- eliminare, dove possibile, la funzione di ricircolo dell’aria negli impianti di riscaldamento/raffrescamento;

- posizionare nel locale raccoglitori chiusi per i rifiuti.

Ci sono poi alcune misure specifiche per i centri estetici (in aggiunta a quelle precedenti):

- durante i trattamenti, i pannelli della cabina devono essere chiusi;

- per i trattamenti del viso con uso di vapore, si devono prevedere, dove possibile, operazioni alternative: tali trattamenti possono essere effettuati solo in locali fisicamente separati, che devono essere arieggiati al termine di ogni prestazione;

- è vietato l’uso della sauna o del bagno turco e delle vasche idromassaggio;

- al termine di ogni sessione di lavoro devono essere rimossi con i guanti, le pellicole, i lenzuolini monouso e quanto altro sia stato utilizzato per il trattamento;

- pulire e disinfettare tutte le superfici della cabina all’uscita di ogni cliente;

- prima di far entrare il cliente successivo, garantire il ricambio di aria nella cabina in modo naturale aprendo le finestre, oppure meccanicamente.

Tutti i lavoratori, acconciatori e centri estetici, invece devono indossare sempre la mascherina chirurgica ed i guanti in nitrile che devono essere cambiati per ogni cliente; la mascherina chirurgica deve essere inoltre associata a visiera o schermo facciale che deve essere sanificata dopo ogni utilizzo.

Per ulteriori informazioni è possibile telefonare presso gli uffici di Confartigianato Benessere, tel. 0187286655-32.

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Giovedì, 14 Maggio 2020 17:10
Confartigianato

Via Fontevivo, 19
19125 La Spezia
Tel: 0187 286611

Email: segreteria@confartigianato.laspezia.it

www.confartigianato.laspezia.it/

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

https://www.auto-doc.it/
Studio Legale Dallara

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".
Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa.
Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies.