Accedi al tuo account

Nome utente*
Password *
Ricordami

Appalto dei servizi cimiteriali, per la CISL la questione è tutt'altro che risolta In evidenza

Il sindacato lamenta alcuni comportamenti tenuti da Ma.cro. service e diverse difficoltà segnalate dai lavoratori.

Dopo un lungo ed estenuante confronto, durato oltre 8 mesi, circa 15 giorni fa le Organizzazioni Sindacali (tutte) hanno firmato un accordo con Ma.cro service, azienda che gestisce i servizi cimiteriali del Comune della Spezia. Era l'auspicio di una cessata conflittualità anche in considerazione del giudizio molto soddisfacente nel merito.

 

Tutto inutile. Infatti Ma.cro. ha immediatamente disatteso alcuni passaggi. Dal mancato rispetto di una rigorosa imparzialità nella predisposizione dei turni al (voluto?) incremento del debito orario per singolo lavoratore (da 12 a 13 ore). A ciò si aggiunge una vecchia questione mai risolta: gli atteggiamenti da parte del capocantiere ci risultano essere spesso scomposti e provocatori nei confronti dei lavoratori, che al contrario invece di cessare, in questi giorni sono montate in un febbricitante crescendo. E sempre a danno dei nostri iscritti. Fino ad assumere vicende surreali come le snervanti intromissioni fin nei più insignificanti dettagli della gestione del servizio, ma che determinano anche un danno di immagine al committente. Interviene infatti con frasi svilenti la professionalità dell'interlocutore e con toni dittatoriali, accompagnando il tutto con gesti imbarazzanti, tipo accartocciare e far sparire fogli (predisposti dalla SA al fine di agevolare la fruizione del servizio agli utenti) indicanti la piantina del cimitero oppure strappare dai vetri fogli che certficano l'avvenuta sanificazione dei locali. Fino allo sconcertante ordine di servizio (a voce) che vieta di parlare e/o salutare il Direttore dei cimiteri e gli altri dipendenti comunali. In che girone dantesco collocare tutto questo?
Pensate però che gioia per chi ci si deve rapportare quotidianamente. E da posizione subordinata.

Ma non è finita qui, perchè due giorni fa è stata recapitata una lettera di licenziamento al nostro delegato (con una motivazione priva di fondamento - ma per fortuna esistono ancora avvocati e giudici). Questa azione è di una bassezza inqualificabile perchè avvenuta 3 giorni dopo che la scrivente aveva inviato a Ma.cro. Service una proposta (senza oneri economici per l'azienda) elaborata per rendere compatibili le limitazioni sanitarie del lavoratore (certificate dal medico legale del Tribunale) con prestazioni fruibili (copia della proposta è stata anche inviata, per conoscenza, al committente). Anzichè alla scrivente, Ma.cro. ha risposto direttamente al lavoratore. Complimenti!

Ovviamente tutto ciò sarà puntualmente riferito nell'audizione della III Commissione Consiliare già convocata per il 9 novembre. In quella sede saremo costretti a ribadire quanto sosteniamo da tempo (cioè la più totale inaffidabilità di Ma.cro.) aggiungendo i nuovi elementi che avevamo scoperto sollecitati dalle inopportune e poco attendibili affermazioni fatte da Ma.cro. nell'audizione del 6 agosto e che gettano una luce chiarificatrice sull'intera vicenda dell'appalto.


Fisascat Cisl La Spezia

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna quotidiana.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Vota questo articolo
(0 Voti)
CISL

Via Paolo Emilio Taviani, 52
19125  La Spezia

Tel.  0187564918
Fax.  0187520115
E-mail:rf.laspezia@cisl.it

 

www.cafcisl.it/leggi_sedi.cfm?provincia=SP

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Studio Legale Dallara

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".
Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa.
Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies.