Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

L’Amministrazione Provinciale della Spezia modifica le tariffe del servizio sismica

Con un nuovo decreto il Presidente Peracchini riduce gli importi dovuti per le attività produttive e riequilibra gli altri oneri previsti.

 

Si liberano così risorse per aiutare le imprese ad investire e superare la crisi, oltre a questo si sgravano gli interventi di ristrutturazione del patrimonio edilizio storico. Tetto massimo anche per le tariffe generali di ogni categoria. Facilitate poi le procedure per snellire la burocrazia.

Cambiano e si aggiornano, in maniera più equa, le tariffe del servizio simica di competenza della Provincia della Spezia. Il procedimento, come indicato dal Presidente Pierluigi Peraccini, viene attuato grazie al fatto che l’Ente ha ridotto le spese generali, grazie alla nuova propria organizzazione funzionale, e questo ha permesso una funzionale riduzione delle tariffe relative alla presentazione dei progetti di costruzioni in zona sismica, introducendo anche un tetto alla spesa massima, pari ad 5.000 euro, per singola tariffa di ogni tipologia.

Nello specifico la principale modifica riguarda la riduzione al 40% dell’attuale tariffa per edifici di tipo produttivo e per quelli che hanno caratteristiche di funzione su grandi volumi, ovvero una riduzione in relazione alla volumetria degli elementi strutturali, questi in modo che gli oneri siano calcolati in base ai reali volumi reali impegnati in uno stabile. Oltre a questo vi è una riduzione al 40% dell’attuale tariffa per interventi di demolizione e ricostruzione di edifici (Tipologie A), in modo da garantire l’opportunità di privilegiare il rinnovo strutturale degli stessi, e la riduzione al 40% dell’attuale tariffa per adeguamento e miglioramento di edifici costruiti prima del 01 settembre 1967, sostenendo così le opere destinate alla conservazione ed al recupero del patrimonio immobiliare esistente.

La variazione, attuata con Decreto del Presidente della Provincia, ha valore dallo scorso primo settembre.

“I risultati che abbiamo ottenuto in questo primo anno di mandato _ spiega il Presidente Pierluigi Peracchini _ con il bilancio, già approvato in sede di Consiglio Provinciale, chiuso in positivo e con le politiche di razionalizzazione degli interventi, garantiscono che si possano attuare nuove azioni per ridurre la pressione fiscale verso cittadini ed imprese. Oggi più che mai serve trovare strumenti concreti per aiutare chi investe o chi ristruttura la propria casa. La scelta di emettere un decreto è così motivata dalla volontà di attivare questo necessario aggiornamento nei tempi più brevi, affinché possano essere subito sfruttate tutte le opportunità che abbiamo individuato e che abbiamo previsto”.

Inoltre è stato stabilito che gli uffici della Provincia, in armonia alla recente normativa in materia di amministrazione digitale, per facilitare lo sviluppo delle procedure, ridurre i costi e migliorare la gestione delle pratiche, accetteranno la presentazione di collaudi, con un unico elaborato da inoltrare in modo da snellire l’iter burocratico, esclusivamente tramite l’invio di un’email certificata.

“L’obiettivo di questo intervento _ ha spiegato la Consigliera Patrizia Saccone che ha raccolto le segnalazioni dei cittadini e proposto la modifica tariffaria _ è quello di garantire un oggettivo equo risparmi alle realtà produttive e commerciali del territorio, lasciando inoltre queste risorse a disposizione degli interventi che ogni stessa realtà potrà attivare, un aiuto in un momento in cui molti imprenditori hanno bisogno di sostegno di poter investire per uscire da una crisi che ci coinvolge tutti. Fissare un tetto massimo a tutti gli oneri previsti, di ogni classificazione, è poi una giusta risoluzione che interessa ogni cittadino. Uno dei nostri compiti è quello di garantire opportunità al territorio e lo si può fare concretamente anche in questo modo”.

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

https://www.auto-doc.it/
Studio Legale Dallara

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".
Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa.
Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies.