Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Ameglia Servizi, il PD vuole un consiglio comunale urgente: "Bilancio 2013 approvato senza approfondire ragioni perdita" In evidenza

Ad Ameglia, i consiglieri comunali Fontana Raffaella e Pisani Francesco, di PD - Scelta Democratica, incalzano l'amministrazione sulla situazione dell'Ameglia Servizi Turistici.

"Preso atto del fatto che le reiterate richieste di documentazione sono rimaste inevase cosi come senza seguito sono rimaste le richieste di convocazione della Commissione Consigliare; - scrivono Fontana e Pisani - ritenuto che tali comportamenti siano gravemente lesivi delle prerogative dei consiglieri comunali, i quali non vengono messi in condizione di esercitare appieno il loro ruolo , e assolutamente contrari ad ogni parvenza di trasparenza che deve essere a fondamento dell'azione di ogni amministratore pubblico; considerata l'importanza degli argomenti trattati, chiediamo la convocazione urgente di un Consiglio Comunale con il seguente ordine del giorno: impegno a revocare gli amministratori, nominare i nuovi amministratori secondo le corrette procedure, consegnare la documentazione ai consiglieri comunali e presentare il piano industriale di insieme".

Di seguito, l'Odg di Scelta Democratica.

ORDINE DEL GIORNO CONSIGLIO COMUNALE URGENTE

PREMESSO CHE

- Sono trascorsi ormai tre mesi da quando il Sindaco ha informato i consiglieri comunali facenti parte della commissione di controllo degli esiti dell'analisi dei conti dell'Ameglia Servizi Turistici effettuata da una società di revisione dalla stessa incaricata;

- i consiglieri comunali appartenenti al Gruppo Scelta Democratica, hanno sin da subito espresso perplessità in merito agli esiti della due diligence, rilevando carenze, incongruenze ed errori che hanno portato a conclusioni non corrette;

- la società non ha fornito ai periti incaricati di redigere la due diligence tutti i dati e gli elementi necessari e pertanto esistono fondate perplessità circa l'ammontare degli oneri straordinari che avrebbero determinato la perdita per il 2013 di circa 1,4 mln;

- in base a tali contestazioni i consiglieri comunali Fontana e Pisani hanno ripetutamente chiesto per le vie formali al Sindaco, al Presidente del Consiglio Comunale, al Presidente della Società e alla Segretaria Comunale, i documenti di costruzione della due diligence e i verbali di assemblea dei soci e di cda;

- nonostante tali ripetute richieste ad oggi i suddetti documenti non sono mai stati forniti ai consiglieri comunali;

- il bilancio 2013 della società è stato approvato dal Sindaco senza appurare ed approfondire gli elementi determinanti la perdita;

- i membri del consiglio di amministrazione sono stati nominati senza alcuna procedura, in contrasto con i regolamenti comunali e senza neppure l'emissione di un decreto sindacale di nomina, violando ogni più elementare principio di trasparenza dell'azione amministrativa;

peraltro il Sindaco ha confermato tra i nuovi consiglieri di amministrazione il precedente amministratore delegato che aveva inspiegabilmente sottoposto al socio per la loro approvazione due diversi progetti di bilancio 2013, il primo dei quali presentava una perdita di € 35.000,00= mentre nella seconda versione la perdita ammontava a € 1.347.000,00= ;

il comportamento del nuovo Presidente appare peraltro molto scorretto nei confronti dei consiglieri comunali in quanto non ha mai risposto alle richieste di chiarimenti e di documenti avanzate dai consiglieri comunali di minoranza;

tutto ciò premesso

IL CONSIGLIO COMUNALE

impegna il Sindaco, il Presidente del Consiglio Comunale e la Giunta, ognuno per quanto di propria competenza, a:

1) revocare le nomine del consiglio d'amministrazione;

2) procedere alle nuove nomine in ottemperanza a quanto previsto dall'apposito regolamento comunale;

3) fornire immediatamente ai consiglieri comunali Raffaella Fontana e Francesco Pisani tutti i documenti dagli stessi già formalmente richiesti e quelli ulteriori che gli stessi intenderanno richiedere, al fine di consentire agli stessi consiglieri di verificare e approfondire le questioni;

4) presentare un PIANO INDUSTRIALE DI INSIEME costituito da:

- Relazione sulle soluzioni gestionali da adottare (efficientamenti di tutte le voci di costo ed operazioni straordinarie previste, ivi inclusi, a titolo esemplificativo, conferimenti e scorpori di rami d'azienda);

- Stato patrimoniale dei prossimi tre anni;

- Conto economico dei prossimi tre anni;

- Flussi di cassa dei prossimi tre anni (con rappresentazione a trimestre per il 2015);

- Documento completo ai fini dei modelli UE del bilancio di esercizio 2014 (su cui costruire il piano industriale);

5) Convocare il Consiglio Comunale cui sottoporre i citati documenti nel più breve tempo possibile;

6)non adottare atti parziali del complessivo progetto di ristrutturazione .

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Vota questo articolo
(0 Voti)
Comune di Ameglia

Via Caffaggio, 15
19031 Ameglia SP

Tel. 0187 60921 

www.comune.ameglia.sp.it

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

https://www.auto-doc.it/
Studio Legale Dallara

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".
Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa.
Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies.