Accedi al tuo account

Nome utente*
Password *
Ricordami

La Giunta ligure dice NO agli aiuti a chi investe nell'agricoltura urbana sostenibile In evidenza

Il Consigliere PD Natale: "Bocciata la nostra richiesta, con l'assurda motivazione che si creerebbero supermercati per cinghiali".

"Nelle città e nei centri abitati vi sono molte aree che potrebbero essere recuperate e destinate all'agricoltura, sia a quella cosiddetta hobbistica che a quella imprenditoriale, permettendo la lotta all'abbandono, al dissesto idrogeologico e ai cambiamenti climatici. Molte regioni hanno approvato delle normative ad hoc. Per esempio la Lombardia ha emanato una legge su agricoltura urbana, periurbana e metropolitana con l'obiettivo di contribuire al conseguimento degli obiettivi di sostenibilità ambientale e di rigenerazione urbana oltre a sostenere le produzioni agricole ottenute con tecniche di coltivazione convenzionali o innovative riconoscendo il ruolo economico, sociale, ambientale e culturale delle aree agricole periurbane e urbane", premette il consigliere regionale del Partito Democratico Davide Natale che ha presentato un ordine del giorno per chiedere l'inserimento, nella prossima pianificazione dei fondi europei o nel bilancio regionale, di agevolazioni e misure a sostegno di cittadini e imprese che intendono investire nell'agricoltura urbana sostenibile.

"In Liguria invece - osserva Natale - di fronte a una proposta che nasce dal confronto con le associazioni di categoria degli agricoltori, si ritiene che quanto si fa ad oggi sia sufficiente. In altre parole la Giunta regionale non ritiene necessario mettere in campo un'azione volta a valutare possibili finanziamenti per favorire interventi a favore di singoli cittadini o aziende che vogliono investire su questa tipologia di agricoltura. Per la maggioranza, che ha bocciato l'Ordine del giorno, non è il caso di fare agricoltura nelle zone urbane perché si creerebbe un 'supermercato per i cinghiali'. Un'affermazione senza senso. Come se fossero le aree verdi e coltivate ad attrarre i cinghiali in città".

"Noi - conclude Natale - vogliamo potenziare l'agricoltura a partire da quella urbana e periurbana. Vogliamo riconoscere a questa attività una valenza sociale ed ambientale e per questo riprenderemo l'iniziativa attraverso la redazione di una proposta di legge. Siamo convinti che l'approfondimento dell'argomento con le audizioni delle associazioni e delle amministrazioni comunali si potrà portare a termine una proposta a favore degli agricoltori e dei territori".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna quotidiana.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Studio Legale Dallara

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".
Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa.
Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies.