fbpx

Accedi al tuo account

Nome utente*
Password *
Ricordami

I capigruppo di maggioranza a Sarzana chiedono l'audizione del direttore generale dell'Asl5 Cavagnaro

Chiedono un intervento di Paolo Cavagnaro in consiglio comunale.

I consiglieri di maggioranza in consiglio comunale a Sarzana chiedono l'audizione del direttore generale ASL5 Paolo Cavagnaro.

"Dopo l'apertura dell'hub servono nuove certezze, basta alle voci e fake news di ridimensionamenti reparti o privatizzazione dell'ospedale. Non siamo più ai tempi della sinistra al governo."

"Il San Bartolomeo è un polo ospedaliero di eccellenza e riferimento per l'intera provincia spezzina, come ha ampiamente dimostrato e sta continuando a fare durante tutta l'emergenza pandemica" -

Così in una nota i capigruppo di maggioranza a Sarzana (Andrea Pizzuto per Fratelli d'Italia, Riccardo Precetti per Sarzana Popolare, Lucia Innocenti per la e Lega Ponzanelli per Cambiamo! Sarzana) sull'ospedale San Bartolomeo, dopo aver depositato una mozione che chiede formalmente l'audizione del direttore generale ASL5 in Consiglio Comunale per confermare i piani di investimento e smentire ancora una volta formalmente pubblicamente nell'interesse della cittadinanza le voci di dismissioni o ridimensionamento dei servizi. Le attività della chirurgia sono difatti riprese da inizio maggio, quando il San Bartolomeo è tornato Covid Free, e secondo i piani ASL aumenteranno la frequenza degli interventi dalle prossime settimane. -

"Negli ultimi mesi è stato aperto un nuovo hub vaccinale in una struttura che era da sempre una storica incompiuta di Sarzana - proseguono i capigruppo - e che al termine della pandemia potrà garantire più posti letto e servizi al polo ospedaliero. Chiediamo e vigileremo che si continui in questo modo, confermando i servizi in essere e con l'attuazione di un piano dedicato di assunzioni del personale specialistico e infermieristico per sviluppare sempre più il ruolo di riferimento del San Bartolomeo nella provincia spezzina per l'attività chirurgica programmata, di intensità media e medio-bassa.

Le assurde voci sulla chiusura del blocco operatorio, del pronto soccorso e della rianimazione o ancora e per l'ennesima volta di un'improbabile privatizzazione dell'ospedale all'orizzonte sono semplicemente fake news, già peraltro direttamente smentite da ASL, che fanno male alla cittadinanza e che chiunque faccia politica in modo responsabile dovrebbe verificare prima di creare allarme e soffiare sulle paure della gente per cercare un minimo di considerazione. Chiediamo, in ogni caso, che il direttore generale ASL5 venga nuovamente in consiglio comunale per confermare i piani di investimento sul San Bartolomeo in questa ultima fase dell'emergenza pandemica e fugare ogni dubbio sul suo futuro, che si deve fondare su certezze solide e su cui vogliamo garanzie per la cittadinanza, superando anni di dismissioni invece purtroppo reali e concrete, quando al Governo di Sarzana e della Regione Liguria c'era il centrosinistra."

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Vota questo articolo
(0 Voti)
Redazione Gazzetta della Spezia

Redazione Gazzetta della Spezia
Via Fontevivo, 19F - 19123 La Spezia

Tel. 0187980450
Email: redazione@gazzettadellaspezia.it

www.gazzettadellaspezia.it

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".
Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa.
Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies.