Accedi al tuo account

Nome utente*
Password *
Ricordami

Gamma Innovation Sarzana, (ri)ecco Andrea Perroni

Sarà lui a decidere, per questa stagione, se aggregarsi alla squadra di A1 o di A2.

 

Con il rientro di Andrea Perroni da Vercelli, Gamma Innovation Sarzana inizia a costruire il futuro. Grande protagonista nelle prime due stagioni con alla guida Alessandro Bertolucci rientra a Sarzana e sceglierà lui se aggregarsi alla serie A1 o alla serie A2.

Arriva da Vercelli dove la scorsa stagione da titolare inamovibile e assoluto protagonista ha vinto la Coppa Italia e il Campionato di Serie A2 mettendo a segno 15 reti. Laureato in scienze motorie e allenatore terzo livello fisr rientra nello staff tecnico sarzanese e in questo finale di stagione guiderà la formazione under 13 rossonera.

Ma ripercorriamo la carriera hockeystica di Andrea Perroni: difensore, nato a Sarzana nel 1997, hockeysticamente cresciuto nell’Hockey Sarzana, nazionale under 17 (ha disputato due Europei), e nazionale under 20 con la cui nazionale ha partecipato al Campionato Mondiale in Spagna. Ha conquistato una Coppa Italia Under 15 da protagonista con l’ Hockey Sarzana, è stato inserito nella formazione di Serie A1 nella gestione di Alessandro Cupisti con parecchie apparizioni in pista, a gennaio 2015 è andato a giocare in A2 nella formazione dell’ SPV Viareggio per soli 4 mesi per poi tornare a Sarzana. Nel primo anno della gestione Dolce è stato bloccato da un infortunio che di fatto gli ha fatto perdere la stagione. Nella stagione 2017-18 va in prestito all’ Amatori Vercelli, 10 reti messe a segno con la formazione vercellese allenata da Pino Marzella e promozione in serie A1. Nella stagione 2018-19 Alessandro Bertolucci, neo mister rossonero, lo rivuole fortemente a Sarzana e per due anni è il perno della difesa rossonera, nella prima stagione conquista da protagonista la finale di Coppa Italia e di WS Europe Cup mette a segno 7 reti in campionato e 4 in coppa europea. Nella seconda, fermata dal Covid a Febbraio, mette a segno 4 reti. Poi la decisione di Andrea Perroni di trasferirsi a Milano per motivi di studio e la scelta hockeystica cade su Vercelli dove Andrea aveva lasciato un pezzo di cuore. Con la formazione Vercellese la scorsa stagione, sotto la guida del Sarzanese Paolo De Rinaldis, vince la Coppa Italia e il Campionato di Serie A2 è titolare inamovibile e assoluto protagonista della cavalcata della formazione piemontese mettendo a segno 15 reti e inoltre come allenatore ha guidato la formazione di serie B vincitrice della Coppa Italia. In questa stagione che sarebbe stata l’ultima in quanto il rientro a Sarzana era previsto per Giugno la rottura e il rientro anticipato.

Ecco le prime parole di Andrea Perroni da giocatore rossonero.

Contento di rientrare a Sarzana?
Sono davvero molto contento di rientrare a Sarzana, società nella quale sono nato e con la quale mi sono sempre trovato molto bene.

Cosa lasci a Vercelli?
Vercelli per me è come una seconda casa, mi hanno trattato bene sin dal primo giorno del mio arrivo e con i tifosi è nato da subito un rapporto speciale. A Vercelli lascio tanti amici: sono convinto ci ritroveremo presto sulle piste di hockey.

Il Presidente ha dichiarato che con il tuo ritorno inizia il processo di ricambio generazionale di cui tu sarai il protagonista: ti senti orgoglioso di questo?
Le parole del presidente mi rendono molto orgoglioso ma allo stesso tempo carico di responsabilità e per questo spero di non deluderlo. Non vedo l’ ora di poter rientrare in pista con la maglia rossonera.

La società ti ha già inserito nel roster delle coppe europee e ti ha dato l'opportunità di completare questo campionato con la formazione di serie A1 o serie A2 a tua scelta?
Ho parlato con il Presidente e mi ha lasciato libera scelta se aggregarmi alla formazione di serie A1 o serie A2, ma non sono ancora arrivato a una conclusione. Devo ancora valutare bene in quanto sto per finire l’università magistrale e sarò molto impegnato con il tirocinio e con la tesi.

Hai già iniziato il lavoro come allenatore della formazione under 13 e la società ha già dichiarato che sarai tu a guidare le formazioni vicecampioni d'Italia della scorsa stagione il prossimo anno: una grande responsabilità e una grande soddisfazione?
Conoscendo le potenzialità che hanno questi ragazzi sapevo che la scorsa stagione avrebbero fatto delle ottimi finali giovanili sia l’ under 11 che l’ under 13 e poterli riallenare è sicuramente motivo di grande orgoglio ma anche di grande responsabilità in quanto so di aver dell’ ottimo materiale su cui lavorare. Non nascondo che tornare ad allenarli sia stato uno dei motivi che mi ha spinto a tornare subito a casa.

Molta euforia nella dirigenza rossonera per il rientro di Andrea Perroni che il Presidente Corona indica come “capitan futuro”

“Sono molto contento che Andrea Perroni ritorni a vestire la maglia rossonera - dice il presidente Corona presentando il ritorno del giocatore sarzanese – Voglio creare un Sarzana vincente che sia A1 o A2 in questa stagione, ma voglio anche creare un futuro vincente. Non voglio che questi anni di A1 restino un momento isolato nella storia dell’ hockey sarzanese, serve guardare al futuro e il rientro di Andrea è la prima pedina del cambio generazionale che dovrà gioco forza iniziare. Voglio anche ringraziare il Vercelli nella persona di Alvise Raciotti che ha dato la possibiltà di anticipare il rientro di Andrea previsto per la prossima estate".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna quotidiana.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Studio Legale Dallara

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".
Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa.
Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies.