Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Richieste del sindaco per il vaccino del figlio, Opposizioni: "Abbiamo visto esponenti istituzionali dimettersi per molto meno" In evidenza

 I gruppi di opposizione commentano la vicenda, invitando il sindaco a chiarirsi in Consiglio Comunale

 

I gruppi di opposizione spezzini commentano la notizia, apparsa sul Fatto Quotidiano, che riguarda le pressioni fatte dal sindaco nel momento della vaccinazione del figlio. Secondo quanto riportato nell'articolo, Pierluigi Peracchini avrebbe insistito per chiedere che al figlio venisse somministrato Pfizer invece di Moderna. Stando a quanto scritto dal Fatto i medici negano di aver ricevuto pressioni. 

Di seguito il commento dell'opposizione spezzina.

"In questa legislatura, di fronte a tante richieste, Peracchini è rimasto immobile.

Eppure vediamo che, quando vuole, agisce velocemente.
Come nel caso delle richieste, al personale ASL operante al centro vaccinale, per consentire al figlio di cambiare il tipo di vaccino che gli era stato assegnato.
Oltre a richieste che lasciano stupefatti, la massima autorità sanitaria della città ha dimostrato di non aver fiducia nella scienza, e il suo comportamento ora rischia di ingenerare nella cittadinanza il pensiero che il Moderna non sia sicuro tanto quanto il Pfizer.


Insomma, la comunità scientifica sta battagliando da un anno per rassicurare i cittadini sui vaccini e alla Spezia il Primo Cittadino praticamente smonta questi sforzi.
Un aspetto gravissimo e sulla quale l’inadeguatezza di Peracchini a rivestire qualsiasi ruolo pubblico è nuovamente ed ampiamente dimostrata, a tal punto da chiederne le dimissioni.
Lo diciamo sinceramente: fossimo membri del centrodestra apriremmo un dibattito sulla sua ricandidatura, perché in altri Paesi abbiamo visto esponenti istituzionali dimettersi per molto meno.


Inoltre è la prima volta che apprendiamo che il Sindaco si attiva così velocemente sul tema della gestione della pandemia e del personale ASL. Peccato che non lo abbia mai fatto a favore degli spezzini che non ricevono l’assistenza domiciliare alla terza dose, o di quelli guariti ma bloccati a casa, in attesa di un Green Pass che non arriva. Peccato non si sia mai battuto per la carenza del personale sanitario sul territorio, o per il problema delle OSS spezzine.
Insomma Peracchini è immobile sulle vicende di interesse della salute della collettività, ma attivissimo quando entrano in gioco episodi personali e famigliari.


Esigiamo venga a spiegare in Consiglio Comunale la vicenda, per rendere conto ai cittadini del suo comportamento".

Raffaelli Marco
Melley Guido
Cento Roberto
Liguori Luigi
Pecunia Federica
Manfredini Paolo
Del Turco Donatella
De Muro Jessica
Lombardi Massimo
Vaira Franco

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Domenica, 23 Gennaio 2022 08:50

Articoli correlati (da tag)

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

https://www.auto-doc.it/
Studio Legale Dallara

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".
Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa.
Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies.