Stampa questa pagina

Bancarotta Ameglia Servizi: concluse le indagini preliminari per sette persone In evidenza

di Alessio Boi - Fuori l'attuale sindaco De Ranieri e l'ex Umberto Galazzo. Tra i sette che hanno ricevuto la notifica dell'avvenuta conclusione l'Assessore Regionale Giacomo Raul Giampedrone.

Sono terminate ieri le indagini preliminari per i nove indagati dalla magistratura per il fallimento della Ameglia Servizi Turistici Srl. Sette delle nove persone hanno ricevuto la notifica dell'avvenuta conclusione: infatti sono usciti dalle indagini l'ex sindaco di Ameglia Umberto Galazzo e il primo cittadino attualmente in carica Andrea De Ranieri.

La società creata nel 2003 che si occupava di ormeggi nei porticcioli di Bocca di Magra e Fiumaretta, servizi di pubblica utilità e trasporto scolastico andò in bancarotta con un buco da 1 milione e 340mila euro accumulato dal 2008 al 2013 e furono 9 gli indagati per un deposito di un bilancio falso per nascondere i problemi economici della società.

La Procura ha compiuto un grande passo concludendo le indagini preliminari per 7 delle nove persone indagate, tra cui anche l'attuale Assessore Regionale ed ex sindaco di Ameglia Giacomo Raul Giampedrone, il quale aveva segnalato il bilancio non veritiero nel 2013 quando allora era primo cittadino in carica del comune e nel 2016 la società si sciolse.

L'accusa fu per bancarotta fraudolenta e gli altri sei oltre a Giampedrone che oggi hanno ricevuto la notifica sono gli ex membri del Cda, ovvero: Armanda Chilà, Massimo Costa, Alessio Frati, Davide Santini, Pietro Piciocchi e Paolo Nocentini.

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Articoli correlati (da tag)