Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

All’associazione “Vittoria” il premio diocesano della solidarietà In evidenza

L'associazione opera da anni a difesa e in aiuto delle donne vittime di violenza.


Il premio diocesano della solidarietà “Monsignor Siro Silvestri” (dal nome del vescovo che lo istituì alla fine degli anni Settanta) – altrimenti conosciuto come “premio della bontà” - è andato per il 2021 all’associazione “Vittoria”, che opera da anni a difesa e in aiuto delle donne vittime di violenza. Nata a Sarzana, l’associazione si è poi estesa ad altre località della Val di Magra ed opera in collaborazione con le istituzioni pubbliche e con varie associazioni e strutture, a cominciare dalla Caritas diocesana. Nasce di qui la decisione dell’apposita commissione diocesana, costituita appunto presso la Caritas, di assegnare il premio a questo gruppo di volontariato, il cui impegno appare tanto più attuale al termine di un anno nel quale, nel nostro Paese, il numero dei “femminicidi” è cresciuto in maniera purtroppo molto significativa.

Il premio sarà consegnato dal vescovo Luigi Ernesto Palletti giovedì prossimo 6 gennaio, al termine della Messa pontificale dell’Epifania nella cattedrale di Cristo Re. Prima della consegna, il direttore della Caritas don Luca Palei leggerà la motivazione, che è la seguente: “Valutando attentamente le candidature pervenute, il comitato ha deciso di indicare per l’aggiudicazione del premio della solidarietà 2021 l’associazione Vittoria, con sede a Sarzana. Dal 2015, tramite la loro meritoria opera, le volontarie dell’associazione offrono un percorso di aiuto, di sostegno, di coraggio e di condivisione a donne vittime di violenza, mettendo a disposizione gratuitamente tempo e professionalità. L’associazione è attiva con alcuni sportelli sul territorio di vari comuni e collabora attraverso la metodologia del lavoro di rete con enti e istituzioni locali, riscuotendo apprezzamento e consenso per l’impegno e per i risultati conseguiti”. Il premio, come è consuetudine, sarà erogato grazie al contributo generoso del Lions Club la Spezia Host.

Ma che cosa è esattamente l’associazione “Vittoria” ? L’associazione è costituita da un gruppo di volontarie, opportunamente formate, che gestiscono il centro antiviolenza “Mai più sola”, offrendo accoglienza e sostegno alle donne vittime di violenza e di abusi. Lo scopo è quello di fornire un aiuto concreto a queste persone ed anche di sensibilizzare l’opinione pubblico al fenomeno sempre più diffuso della violenza. La prima sede del centro è stata aperta a Sarzana il 27 giugno 2014 e attualmente si trova nei locali dell’ex tribunale in piazza “Monsignor Dino Ricchetti”, sede inaugurata l’8 settembre scorso. Fuori Sarzana, il 29 novembre 2015 è stata inaugurata la sede nel comune di Ameglia, nella struttura situata in piazza Pertini a Fiumaretta, il 18 febbraio 2018 quella in via Carbonara 32 a Castelnuovo Magra ed infine, il 24 novembre 2019, quella nel comune di Arcola, in via Serra a Trebiano. Dal 2018 l’associazione ha come presidente Elisa Lipilini, succeduta a Maria Cristina Sinopoli. Vice presidente è Lorella Baudoni, segretaria Susanna Del Corso, tesoriere Tiziana Botto, mentre sono consigliere Ionica Rauciu, Francesca Calzolari e Nicole Barbieri. All’associazione “Vittoria” le nostre felicitazioni per il riconoscimento ottenuto.

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Domenica, 02 Gennaio 2022 11:13

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

https://www.auto-doc.it/
Studio Legale Dallara

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".
Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa.
Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies.