Accedi al tuo account

Nome utente*
Password *
Ricordami

Musica a tutto volume, i genitori di due minorenni dovranno pagare centinaia di euro In evidenza

I giovani hanno violato l'ordinanza del sindaco della Spezia.

Conciliare il divertimento tipico della movida estiva con il decoro e la salvaguardia del diritto al riposo dei residenti, nonché contenere l’uso smodato di alcol soprattutto da parte dei giovani e dei minori e contrastare il degrado derivante da comportamenti incivili e contrari alla civile convivenza: questi gli obiettivi della Polizia Locale che, durante tutta l’estate, e non solo nel fine settimana, svolge servizi serali mirati nel centro della Spezia, anche con agenti in abiti civili.

Nella serata di giovedì, una pattuglia in borghese ha sorvegliato le aggregazioni dei giovanissimi in centro prestando particolare attenzione ad eventuali cessioni di bevande alcoliche non solo da parte dei pubblici esercizi, ma anche da parte di “amici” maggiorenni. Gli agenti, nell’arco temporale dalle 21.00 alle 24.00, non hanno rilevato alcuna infrazione del genere né sono stati notati giovanissimi in manifesto stato di alterazione da abuso di alcol.

E’ andata diversamente, invece, per quanto riguarda il disturbo alla quiete ed al riposo dei residenti che, a fronte di musica alta proveniente dalle vie dell’area pedonale, vedeva l’immediato intervento degli operatori. Erano infatti le 23.00 circa quando venivano individuati e sanzionati due gruppi di giovani che avevano in funzione delle casse acustiche con amplificatore, in violazione dell’ordinanza del Sindaco n. 85 del 10 luglio 2019, nella quale è fatto divieto permanente nel territorio comunale dalle 22 alle ore 7 di utilizzo di qualsiasi tipologia di apparecchio di riproduzione e diffusione sonora, ossia di comportamenti che generano disturbo della quiete pubblica e, più in generale, allarme sociale nella cittadinanza.

Si trattava in entrambi i casi di gruppi di minorenni, uno in Via del Prione davanti al Teatro Civico, e l’altro in Piazza Verdi.

Gli Agenti provvedevano a far cessare la diffusione musicale ed identificavano i due minori che possedevano gli apparecchi musicali. Costeranno care ai rispettivi genitori le sanzioni che a breve verranno loro notificate che, con una recente delibera di Giunta Comunale, sono state inasprite da 50 a 300 euro.

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna quotidiana.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Vota questo articolo
(0 Voti)
Redazione Gazzetta della Spezia

Redazione Gazzetta della Spezia
Via Fontevivo, 19F - 19123 La Spezia

Tel. 0187980450
Email: redazione@gazzettadellaspezia.it

www.gazzettadellaspezia.it

Articoli correlati (da tag)

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Studio Legale Dallara

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".
Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa.
Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies.