Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Ospedale Levanto, anche da operatori turistici petizione per mantenere attivo punto di primo intervento In evidenza

La petizione popolare istituita dal Consorzio Turistico OcchioBlù per mantenere aperto il presidio ospedaliero tutto l'anno.

Si allarga il fronte schierato a difesa del mantenimento del punto di primo intervento all’ospedale San Nicolò di Levanto per ventiquattro ore al giorno.

Al fianco del Comune rivierasco e delle istituzioni locali della riviera e dell’entroterra che hanno già manifestato la loro posizione contraria al ridimensionamento del servizio, sono infatti scesi in campo anche gli operatori commerciali levantesi, che, di concerto con l’ente di piazza Cavour, attraverso il consorzio “Occhio blu” hanno lanciato una petizione a sostegno della causa del nosocomio e “chiamato alla firma” tutti i colleghi del comprensorio, sia privati che associati ad enti, pro loco e società di promozione.

“È giusto che anche chi, come noi, opera in un settore economico di grande rilevanza in riviera e nell’entroterra, come il turismo, prenda ufficialmente posizione e rappresenti alle istituzioni l’importanza di disporre sul territorio di servizi di pubblica utilità che consentano di garantire sicurezza e assistenza non solo ai residenti, ma anche alle centinaia di migliaia di visitatori che ogni anno vi trascorrono le vacanze” spiega Elisa Bagnasco, la consigliera comunale (e a sua volte operatrice turistica) che ha promosso l’iniziativa.

“L’obiettivo - aggiunge il sindaco, Luca Del Bello, che ha accolto e sostenuto l’invito - è ampliare ulteriormente il sostegno alla nostre rivendicazioni coinvolgendo anche gli operatori economici di tutto il vasto comprensorio che gravita sui San Nicolò e per il quale il turismo si sta dimostrando una risorsa indispensabile per la sopravvivenza di comunità locali che si trovano in luoghi di straordinaria bellezza ma che risultano fortemente penalizzati dalla scarsità di servizi pubblici e dai precari collegamenti stradali con i maggiori centri urbani della provincia”.

La petizione è disponibile presso l’ufficio Iat di piazza Cavour nei seguenti orari di apertura: lunedì, martedì, giovedì e sabato dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17.30. La domenica dalle 9 alle 12.30.

 

IN ALLEGATO IL TESTO DELLA PETIZIONE

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Mercoledì, 19 Gennaio 2022 11:53

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

https://www.auto-doc.it/
Studio Legale Dallara

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".
Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa.
Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies.