Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Nuovo sopralluogo sulla SP7 "Brugnato – Suvero – Casoni" nel tratto Brugnato – Rocchetta Vara

Senso unico alternato sino a fine intervento.

Nuovo sopralluogo, questa mattina, dei tecnici della Provincia della Spezia lungo la Strada Provinciale Sp 7 "Brugnato – Suvero – Casoni" nel tratto Brugnato – Rocchetta Vara, segnata da un piccolo movimento franoso che ha provocato la caduta di materiale roccioso lungo la carreggiata lo scorso 30 dicembre.

Questo nuovo sopralluogo segue le attività di verifica che sono state portate avanti dai tecnici negli scorsi giorni e segue il sopralluogo avvenuto la mattina del 31 dicembre presenti il Presidente della Provincia, Pierluigi Peracchini, l'Assessore regionale ai lavori pubblici, infrastrutture e viabilità e protezione civile, Giacomo Giampedrone, e il Consigliere provinciale con delega al Settore viabilità, Rita Mazzi, che, nell'occasione, hanno incontrato i Sindaci di Brugnato, Corrado Fabiani, e Rocchetta Vara, Roberto Canata, per comprendere la situazione e coordinare il necessario primo intervento.

Sul posto i tecnici della Provincia, con il personale delle ditte in convenzione, hanno eseguito i rilievi propedeutici alla realizzazione di un intervento definitivo che sarà definito nei prossimi giorni. Intanto è in fase di chiusura l'attività di primo intervento, compreso lo sgancio del materiale a rischio caduta, necessario per la messa in sicurezza del sito.

Le procedure di verifica dell'area segnata dalla piccola frana e le attività di monitoraggio del sito sono necessarie per definire la tipologia del successivo approccio.

In parallelo procedono le opere previste nella tratta stradale successiva a quella oggetto del crollo, in questo caso si tratta di intervento, con messa in sicurezza strutturale del sito, che segue quelli conclusi lo scorso anno. Il nuovo intervento verrà coordinato con le opere in corso per la definitiva messa in sicurezza della tratta della SP 7 tra Brugnato e Rocchetta Vara.

Intanto è stato necessario posizionare delle barriere di sicurezza lungo il tratto di strada segnato dalla caduta delle rocce e per questo è stato attivato un senso unico alternato temporaneo, ovvero sino a fine intervento.

I tecnici della Provincia sono in costante contatto con la Protezione Civile e con tutte le amministrazioni comunali interessate, facendo interventi congiunti ed operando per garantire la sicurezza del sito ed evitare il rischio che qualche località venga isolata.

"In queste ore la situazione del movimento di rocce, che ha provocato il crollo del 30 dicembre, lungo la strada tra Brugnato e Rocchetta Vara è costantemente monitorata. Il personale della Provincia è intervenuto immediatamente e non si è ancora fermato. - spiega il Presidente Peracchini - Anche oggi, seppur con il maltempo, i nostri tecnici erano impegnati sul posto per terminare i lavori di messa in sicurezza del sito e definire gli interventi successivi.

È stato eseguito un primo approccio per sganciare tutto il materiale non stabile, questo già il 31 dicembre, poi i lavori urgenti sono andati avanti e termineranno nelle prossime ore. Sono state posizionate delle barriere a protezione della strada, ovviamente è stato necessario installare anche un semaforo. Intanto i nostri uffici tecnici stanno eseguendo dei sopralluoghi più specifici per comprendere che opere saranno necessarie per risolvere quella situazione. Si tratta di una priorità, quella strada è fondamentale per la Val di Vara, abbiamo investito molto su delle opere molto attese, con l'obiettivo di riportarla alla piena funzionalità, e questo intervento sarà inserito nelle attività in corso.

Purtroppo è un territorio fragile, il problema delle frane non è una novità, ma questo non ci scoraggia. Lavoriamo in coordinamento con la Regione ed i comuni di Brugnato e Rocchetta Vara, la sicurezza è la priorità a cui segue la necessità di garantire la fruibilità delle reti viarie. Siamo presenti con le amministrazioni locali per risolvere il problema, stiamo cercando le risorse è già lavorando per individuare come realizzare un intervento definitivo, proprio come è stato già fatto per altri tratti di quel percorso. Sulla SP 7, così come molte altre in provincia, in questi mesi abbiamo garantito la chiusura di importanti cantieri di messa in sicurezza. Sui 550 chilometri di viabilità che dobbiamo gestire il lavoro è molto, ma il 2022 sarà un anno ricco di attività e di nuove opere fondamentali".

 

 

 

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Martedì, 04 Gennaio 2022 14:40

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

https://www.auto-doc.it/
Studio Legale Dallara

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".
Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa.
Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies.